MAB Piemonte

Incontro con i rappresentanti dei principali schieramenti in lizza alle elezioni regionali (26 maggio 2019)

 

18 maggio 2019 - Ore 10.30 - 13.00

Torino

Polo del '900. Palazzo San Daniele - Sala didattica, via del Carmine 14

 

In occasione delle elezioni regionali del 2019, il Comitato Emergenza Cultura Piemonte vorrebbe porre a rappresentanti delle coalizioni, alcune questioni riguardanti le politiche della Regione Piemonte in ambito culturale.
Il Comitato Emergenza Cultura (C.E.C.) Piemonte è un organismo spontaneo, senza connotazioni politiche, costituito da operatori del settore che prestano volontariamente il loro impegno, nato nove anni fa dall'impellente necessità di sensibilizzare la pubblica opinione sui valori della cultura e di costruire una piattaforma di proposte nei confronti delle Istituzioni Pubbliche e Private.
Nell'arco degli anni, con manifestazioni e incontri, il C.E.C. Piemonte ha proposto e ottenuto la
convocazione degli Stati Generali della Cultura in tutte le province del Piemonte, la stipula del Nuovo Testo Unico in Materia di Cultura (triennale) partecipandone alla stesura, la richiesta di maggior impegno per la liquidazione in tempi utili dei contributi assegnati per la cultura. Nel 2019 il C.E.C. Piemonte si è ufficialmente costituito in Comitato di Scopo e rappresenta oggi tutti i settori: spettacolo dal vivo (musica, teatro, danza), archivi, biblioteche, istituti culturali, musei, arti visive, editoria, ecc.

Workshop di aggiornamento rivolto ai professionisti della cultura sull’attuazione dell’art. 30 del Secondo Protocollo dell’Aja del 1999 e sul ruolo dell'International Blue Shield


10 maggio 2019 - Ore 15.00 - 17.00
Torino
Lingotto Fiere - Sala Argento

La salvaguardia del Patrimonio culturale a rischio e la prevenzione dei danni a beni culturali, biblioteche, archivi e musei, causati da conflitti armati o calamità naturali sono temi sensibili in Piemonte.
Non a caso si erano tenuti nella nostra regione il primo Congresso nazionale (Alessandria 1997) e il primo Meeting mondiale (Torino 2004) delle organizzazioni che si rifanno al “Blue Shield International”, riconosciuto dal II Protocollo del 1999 addizionale alla Convenzione dell’Aja del 1954, di cui ricorre quest'anno il 20° Anniversario, e anche il 10° anniversario dell’approvazione da parte del 1999 HP Committee UNESCO delle relative “Guidelines” oltre che della ratifica del protocollo stesso da parte dell’Italia (Legge n. 45/2009).

La prima presentazione del volume, Beni culturali e conflitti armati, edito in open access dall'Istituto Iliesi del CNR con il contributo per la stampa della rivista specializzata Kermes, si è tenuta il 21 febbraio scorso a Roma presso l'Istituto della Enciclopedia italiana nell'ambito del progetto "Scudo blu: problematiche e buone pratiche. Il contributo degli enti scientifici e di cultura nell'attuazione dell'articolo 30 del Secondo Protocollo alla Convenzione dell'Aja”, cofinanziato dal MiBAC a valere sul programma dell'Anno europeo del patrimonio culturale 2018.

L’incontro offre un’importante opportunità di informazione, riflessione e aggiornamento per tutti i professionisti degli istituti cultirali: sulla base dei risultati del dibattito, infatti, potranno essere programmati altri incontri formativi, in collaborazione con AIB e ANAI, con MAB e con il Master internazionale "Cultural Property Protection in Crisis Re-sponse" dell’Università di Torino.

Tavola rotonda


18 maggio 2018 - Ore 9.30 - 13.00
Torino
Polo del '900. Museo diffuso della Resistenza - Palazzo San Celso - Sala conferenze, corso Valdocco 4/A

 

Il 17 aprile scorso si è svolto presso il Polo del ‘900 l’incontro curato da ISMEL - Istituto per la Memoria e la Cultura del Lavoro, dell'Impresa e dei Diritti Sociali il seminario Dati, informazioni, conoscenza. Il patrimonio culturale e i nuovi lavori creativi.

A seguito di quell’evento le sezioni regionali delle associazioni professionali aderenti a MAB Piemonte (ANAI, AIB e ICOM) propongono una tavola rotonda che coinvolga i professionisti dei tre settori dei beni culturali, archivisti, bibliotecari e operatori museali.

L’incontro è finalizzato alla prosecuzione del confronto su esperienze e sperimentazioni sul tema della generazione e condivisione di dati strutturati del patrimonio culturale.

Il punto di partenza sarà la presentazione del progetto pilota LOD (Linked Open Data) del CoBiS - Coordinamento Biblioteche Speciali e Specialistiche dell’area metropolitana di Torino, realizzato grazie a una convenzione con la Regione Piemonte.

L’invito a partecipare è rivolto a chi in ambito MAB Piemonte sta lavorando su questi temi, per individuare obiettivi e problematiche comuni e proporre possibili soluzioni, in vista della realizzazione di specifiche future iniziative a carattere informativo e formativo.

La tavola rotonda è aperta agli interventi di tutti partecipanti.

Mab Piemonte

30 novembre 2016
Torino
Archivio di Stato - Sezioni riunite, via Piave 21

Nell’ambito del Pubblico dominio #openfestival, mercoledì 30 novembre 2016 le associazioni professionali di Archivi, Biblioteche e Musei hanno organizzato un incontro presso l'Archivio di Stato di Torino dal titolo Il manifesto del pubblico dominio. Una reale applicazione per la città di Torino.

L’incontro a inviti, organizzato da MAB Piemonte e introdotto da Ernesto Belisario (avvocato ed autore con Guido Romeo del libro Silenzi di Stato), è stato gestito con la metodologia del World Cafè: intorno a piccoli tavoli, composti da 4/5 persone, si sono svolte conversazioni informali, vivaci e costruttive su questioni importanti e concrete che riguardano la vita della nostra comunità locale.
Obiettivo dell’incontro, condiviso non soltanto con archivisti, bibliotecari e museologi ma anche con rappresentanti di altri settori dei beni culturali, del mondo dell’insegnamento, dell’associazionismo e della cittadinanza attiva, è stato offrire un'occasione di dibattito e confronto al fine di definire una piattaforma di lavoro congiunta e linee operative che possano offrire utili spunti al nostro comparto sui temi del Festival.

Scarica i materiali

Mab Piemonte